Mercatino del sabato: quale destinazione?

1830

Lo scorso 16 marzo, l’Amministrazione ha presentato il progetto di riqualificazione di Piazza Ciusa agli operatori commerciali, a quelli del Mercato Civico e del mercatino settimanale.
Durante i lavori, che dovrebbero concludersi entro settembre, il mercatino settimanale avrà un’altra collocazione provvisoria, ancora da definire. Lo spostamento significherà occupare nuovi spazi. La scelta dell’Amministrazione, non dovrà quindi tenere conto solamente dei rilievi strutturali e di sicurezza, ma anche dei possibili disagi creati al resto della popolazione. Abbiamo chiesto un’opinione al riguardo a esponenti politici e operatori commerciali di Piazza Ciusa.

ViaMarche“Ancora una decisione non é stata presa”, ci conferma Fabio Desogus. “Ci sono pro e contro e su spostarlo in via Gramsci o in via Marche ci sono dei “contro” tecnici che non si possono trascurare e riguardano la viabilità e la fattibilità” dell’operazione. Secondo l’assessore, dovrebbe rimanere in centro ma, nel caso non fosse possibile, ricorda che l’eventuale disagio durerà due mesi.

Dello stesso avviso Roberto Lardieri, esponente storico del M5S del Sulcis: “É ovvio che possa essere un danno per gli operatori commerciali del centro città” – il decentramento del mercato settimanale – “Si potrebbe spostare in Piazza Rinascita o in via Marche. Salvo ovviamente non si possa fare tecnicamente per motivi di sicurezza, visto che quell’area diventerà un cantiere, chissà per quanto tempo”. Secondo Lardieri, nel caso si riscontrassero dei benefici economici, operatori e Amministrazione potrebbero in seguito studiare insieme uno spostamento definitivo.

CentroIntermodaleIl consigliere comunale UDC Michele Stivaletta, ci riferisce che il problema è stato già affrontato qualche tempo fa. “Gli operatori del mercato civico chiedevano di avere più parcheggi nella giornata di punta (il sabato), perciò data la richiesta, per evitare di svuotare il centro spostando il mercato su area scoperta, abbiamo fatto una serie di valutazioni. Tra queste, la scelta della commissione è stata quella di traslare il mercato in piazza Rinascita/via Nuoro/vico Nuoro/via Marche. In questo modo, ritenendo sufficiente lo spazio, si rinuncia a circa 35 parcheggi ma si poteva recuperare tutta la Piazza Ciusa con i suoi circa 130 parcheggi. Quello studio evidentemente è diventato particolarmente attuale”. Premettendo che non esiste una soluzione che possa accontentare tutti, Stivaletta preferirebbe Piazza Rinascita, come soluzione provvisoria ma, ci ricorda, la soluzione profilata dall’Assessore e dal Sindaco sarebbe quella di spostare i banchi nel parcheggio del Centro Intermodale.

Opzione che non piacerebbe alla maggioranza degli operatori del mercatino, come sostiene Davide Salvagnolu, imprenditore e consigliere del Movimento Partite IVA: “Sono assolutamente contrario allo spostamento “provvisorio” del mercatino nel Centro Intermodale. E come me la pensano circa il 90% degli Ambulanti di Carbonia, infatti stiamo facendo una raccolta firme in proposito. Io sono invece favorevolissimo ad avvallare “il sogno” del sindaco, cioè spostare permanentemente il mercatino in via Gramsci, sarebbe un ottima vetrina per tutto il centro di Carbonia e potrebbe decretarne il rilancio economico, perché penso sia sotto gli occhi di tutti che ormai si sta facendo di tutto per spostare il baricentro dell’economia di Carbonia verso via Roma, via Costituente e via Stazione“. Salvagnolu racconta quanto siano importanti i mercatini per i centri storici e di come, analizzate altre esperienze, i mercatini facciano difficoltà a sopravvivere a uno spostamento periferico. La paura degli operatori è che una volta accettata la nuova destinazione temporanea, fosse anche il Centro Intermodale, l’Amministrazione non dia garanzie per un ritorno in Piazza Ciusa, una volta terminati i lavori.

Mariangela Melis è contenta di come è stata pensata la nuova Piazza Ciusa. “Come operatrice del mercato, posso dirti che il progetto per la riqualificazione della piazza è molto carino. Il problema, purtroppo, sta nel collocare i colleghi del sabato. Secondo me potrebbero stare sempre vicini al mercato, sfruttando sempre via Marche e parte di Piazza Berlinguer. Il Comune dice che non é strutturalmente fattibile, io non sono competente in materia”.

L’articolo su Facebook