La vecchia stazione Carbonia Stato

365

Il 2 novembre 1956 fu aperta al pubblico la stazione a Carbonia in via Roma dalle Ferrovie dello Stato italiane, posta lungo la tratta Villamassargia-Carbonia.

Inizialmente la stazione era chiamata semplicemente “Carbonia” ma cambiò nel 1957 in Carbonia Stato per distinguersi dalla omonima Stazione delle Ferrovie Meridionali Sarde della ferrovia San Giovanni Suergiu-Iglesias.

Stazione ferroviaria
Fabbricato viaggiatori di Carbonia stato

Una delle principali motivazioni che portarono alla costruzione della ferrovia per Villamassargia era ricollegata all’aumento del trasporto del carbone. Tale carbone veniva estratto dalla vicina miniera di Serbariu verso il cagliaritano e il resto dell’isola.

Per consentire il collegamento con la miniera, la stazione non fu costruita con caratteristiche di stazione di testa (ovvero i binari finiscono e per ripartire devono cambiare il senso di marcia), in quanto la ferrovia continuava per vari metri oltre all’area dello scalo.

Negli anni sessanta ci fu la chiusura definitiva della miniera del carbone e di conseguenza una riduzione del traffico merci, così la stazione fu utilizzata successivamente per il trasporto di passeggeri.

Diversi anni dopo, a metà del 2000, al Comune di Carbonia fu concessa la realizzazione di una nuova stazione intermodale destinata a sostituire Carbonia Stato per il trasporto di passeggeri.

La chiusura definitiva della stazione Carbonia Stato avvenne il 23 luglio 2011 con l’inaugurazione del Centro intermodale di Carbonia.

stazione
Vecchio binario collegato con la miniera di Serbariu

Strutture e servizi

La stazione era fornita di un fabbricato viaggiatori a pianta rettangolare, con l’utilizzo di trachite a vista, davanti al quale trovano posto due binari passanti utilizzati per il servizio passeggeri serviti da marciapiedi, anche se, solo il primo binario veniva normalmente utilizzato dai treni passeggeri, e un terzo binario utilizzato per il riparo di rotabili.

Erano presenti due ulteriori binari passanti e un binario tronco utilizzati per il transito di convogli merci, in seguito dismessi nel settembre 2011.

Servizi

Quando l’impianto era attivo, fu classificato da Rete Ferroviaria Italiana in categoria “silver”, categoria che contiene impianti caratterizzati da dimensioni piccole/medie spesso impresenziato, forniti di servizi regionali.

La struttura era dotata di una sala d’aspetto e servizi igienici, che ad ogni modo non sono più accessibili dalla disattivazione dell’impianto.

stazione
Carbonia Stato – piazzale merci

All’interno della stazione era presente una biglietteria a sportello, rimpiazzata da una automatica nel 2010, e un locale commerciale adibito a bar-edicola.

Inoltre la stazione era organizzata per garantire l’accessibilità alle persone portatrici di disabilità motoria.

Dopo la chiusura dell’impianto, tutte le fermate delle autolinee urbane ed interurbane sono state spostate nello scalo della stazione di Carbonia Serbariu.


Questo articolo è stato realizzato per il tirocinio formativo conseguito alla Enkey di Carbonia per conto di Formatica Scarl e SPS-Sviluppo Performance Strategie SRL nell’ambito del programma garanzia giovani in Sardegna.