Gianni Lardieri presenta: Arte & Abitare

916

“La bellezza dell’Arte Informale Materica, incontra l’emozione dell’abitare”

È andata in scena ieri sera presso i locali dello Show Room Ellegi Crea in via Roma a Carbonia, la mostra del Pittore autodidatta carboniense Gianni Lardieri.

L’evento è stato patrocinato dal Comune di Carbonia – Assessorato Cultura e Spettacolo, curato dal poeta e scrittore Antonello Dessì e organizzato in ogni minimo dettaglio nonché finanziato da Ellegi Crea, nella figura di Ilenia Lampis.

Una mostra accompagnata da una degustazione dei pregiati vini della Cantina di Santadi e da un delizioso buffet offerto da Carola’s Bakery.

In sottofondo la meravigliosa voce di Raffaella Bandiera e del gruppo corale Rossano Urru.

La mostra ha permesso ai suoi visitatori un viaggio alla scoperta dell’Informale Materico, una corrente artistico-pittorica del primo dopoguerra.

L’informale

Con il termine “informale” si definiscono le esperienze artistiche che hanno una fondamentale matrice astratta.
L’informale rifiuta il concetto di forma e si differenzia dalla stessa arte astratta, dando vita però ad un ampliamento di quest’ultima. Questo ampliamento non è dato solo dalla possibilità di creare immagini nuove, ma anche dall’apertura del concetto stesso di creatività artistica in quanto l’informale produrrà nel tempo una grande serie di tendenze che finiranno per sconfinare del tutto dalle tradizionali categorie di pittura e scultura. L’informale è pertanto da considerarsi una matrice fondamentale di tutta l’esperienza artistica contemporanea.

Gianni Lardieri si è formato come artista da autodidatta. Ha mantenuto prima nascosta questa sua passione pittorica, forse perché ancora alla ricerca di una propria dimensione.

Le sue opere sono sicuramente lo specchio della sua interiorità evolutiva, e grazie alla sua grande esperienza nelle costruzioni, conosce e riesce ad utilizzare una vasta tipologia di materiali che ben si prestano alla sua arte Informale.

Attraverso le sue opere Gianni lancia anche un forte messaggio di critica verso il mondo artistico che tende un po’ a snobbare il sociale.

Una serata ieri che ha visto un bel connubio tra arte, design, vino, cibo e musica.

Un evento che ha trovato piena approvazione anche dalla sindaca Paola Massidda che sì è detta felice di poter vedere in città manifestazioni come questa.

Paola Massidda
Paola Massidda

Dello stesso parere anche l’assessora Sabrina Sabiu che si è complimentata per l’organizzazione dell’evento.

Ci sì è lasciati con la promessa di ripetere nuovamente manifestazioni come questa, contribuendo così ad incrementare la riscoperta di cultura e tradizioni attraverso artisti locali e prodotti d’eccellenza del nostro territorio.
Perché la rinascita di una città passa anche da belle iniziative come quella ad opera del nostro concittadino Gianni Lardieri andata in scena ieri sera.