Analisi critica della Primavera Sulcitana (prima parte)

1448

Premessa: qualsiasi iniziativa nata per sostenere e rilanciare il nostro territorio, non può che essere accolta con favore. La “Primavera Sulcitana” è stata, in qualche modo, una novità per l’ex Provincia di Carbonia-Iglesias e le sue potenzialità di crescita sono veramente tante. L’esigenza di fare rete, tra i diversi soggetti presenti nel territorio, ha la possibilità di trovare un forte impulso, grazie a questa iniziativa.
Quelli che secondo noi sono stati dei punti critici, vanno per questo considerati nell’ottica del fare e non del disfare. D’altra parte, i successi e gli aspetti positivi sono già stati decantati dai diversi organi di stampa, e ampiamente diffusi attraverso gruppi simili al nostro.

In questa prima parte, vorremmo portare la nostra breve opinione su quello che sarebbe dovuto essere il portale della manifestazione, il punto di riferimento attraverso il quale, turisti e locali, avrebbero dovuto orientarsi nelle varie fasi: www.primaverasulcitana.it

PimWIXIl primo punto critico che salta agli occhi, è l’aver utilizzato la piattaforma gratuita “WIX” per la creazione del sito, con tanto di banner pubblicitario in alto e in basso.
Il portale ha visto la luce solo in aprile, praticamente a ridosso della prima tappa e si presenta tuttora solo in italiano, aspetti che hanno limitato e continuano a limitare seriamente le potenzialità di attrarre un pubblico straniero.
Le escursioni della tappa riferite a Carbonia, del 13 e 14 giugno, ancora oggi (17 giugno) riportano la scritta “saranno inserite a breve”, sintomo che la cura del portale è stata trascurata già prima dell’ultimo appuntamento.

Attraverso l’applicazione Google Trend, utilizzando il confronto per termini di ricerca “Primavera Sulcitana” e “Carbonia” e in seguito “Primavera Sulcitana” e “Iglesias“, risulta evidente come l’evento non abbia influito minimamente sull’andamento di ricerca dei termini “Carbonia” e “Iglesias“. Anche questo aspetto, oggettivo, non può non essere preso in considerazione dagli organizzatori, in maniera seria e critica, per migliorare quello che potrebbe essere un punto di forza delle prossime edizioni.

 

 

Crediamo che, tralasciati i contributi delle Amministrazioni destinati alla pubblicità dell’evento, le sole inserzioni a pagamento del sito avrebbero potuto finanziare l’utilizzo di una piattaforma più professionale. Il tentativo, dovrebbe essere quello di creare un sito più appetibile per i motori di ricerca, più fruibile per i visitatori e di conseguenza più utile per gli inserzionisti.

Come già anticipato nel gruppo, sul presente blog vorremmo solo riportare la nostra opinione, educatamente e attraverso affermazioni riscontrabili da chiunque. Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento e saremo felici di ogni risposta, riportata con altrettanta cortesia e rispetto delle opinioni altrui.